Medicina Veterinaria

corso di laurea magistrale a ciclo unico

classe LM42 - medicina veterinaria

Durata  5 anni

Accesso programmato nazionale

Sede Legnaro (PD)

Caratteristiche e finalità
Lo studente, oltre ad acquisire un bagaglio culturale scientifico, studia l’epidemiologia, la prevenzione, la terapia delle malattie infettive e parassitarie degli animali, per valutarne lo stato di salute e curarli, anche intervenendo chirurgicamente; sa valutare la qualità, l’igiene e le eventuali alterazioni degli alimenti di origine animale che possono pregiudicare la salute dell’uomo e ne conosce i processi di trasformazione e produzione; studia la nutrizione e l’alimentazione animale, le tecnologie di allevamento e l’impatto di quest’ultimo sull’ambiente.
Sono parte integrante del corso i tirocini pratico-applicativi in varie discipline.

Materie di studio
Anatomia patologica veterinaria (generale e speciale), anatomia veterinaria, biochimica, biologia molecolare, chirurgia veterinaria, clinica chirurgica veterinaria, clinica della riproduzione, clinica medica, epidemiologia veterinaria, fisica medica e metodologie di analisi del rischio, fisiologia ed etologia veterinaria, fisiologia generale e speciale veterinaria, igiene e tecnologia degli alimenti di origine animale, ispezione e controllo dei prodotti alimentari di origine animale, istologia ed embriologia veterinaria, microbiologia e immunologia veterinaria, miglioramento genetico animale, nutrizione e alimentazione animale, ostetricia e patologia della riproduzione, parassitologia veterinaria, parassitologia, patologia generale veterinaria, patologia medica e legislazione veterinaria, qualità delle produzioni, tecniche di allevamento degli animali in produzione zootecnica, terapia e radiologia, zoologia. Alcuni di questi insegnamenti sono erogati in lingua inglese, per informazioni consultare il sito www.veterinaria.unipd.it > offerta didattica.

Ambiti occupazionali
I laureati lavoreranno nel servizio sanitario nazionale, nell’industria zootecnica, dei mangimi, di trasformazione degli alimenti di origine animale, in enti di ricerca e in enti per la tutela dell’ambiente; potranno inoltre esercitare la libera professione.

Scheda completa del corso